Piano editoriale social per ristoranti

Alcune idee da seguire

Oggi vogliamo passare al lato pratico, dando qualche consiglio su come realizzare un piano editoriale social per ristoranti, concentrandoci su Facebook.

Per farlo analizzeremo il caso reale di un nostro caro cliente, Nonno Socrate, ristorante pizzeria di Consandolo. Una storia che è anche un piccolo miracolo. O forse no, dato che dietro il successo di un piano editoriale social non si nasconde mai la manina del caso. Siamo pronti a svelarti perché!

Social per ristoranti: scegliere un buon obiettivo

Quando si intraprende un’avventura sui social, c’è solo una cosa che deve essere chiara: l’obiettivo che si vuole centrare. Ingrandire il bacino di utenti per portarli a conoscenza del locale? Aumentare il numero di prenotazioni nei giorni feriali? Elevare la percezione della qualità della proposta gastronomica del ristorante? Ce ne possono essere diversi, ognuno unico e specifico, ma quel che è importante è considerarne soprattutto la fattibilità, alla luce dei punti di forza, di debolezza e del posizionamento dell’attività.

Per analizzare Nonno Socrate, ad esempio, siamo partiti da questi presupposti:

  • Attività già avviata e ben consolidata sul territorio (Consandolo e dintorni);
  • Il ristorante offre ampi spazi a disposizione, anche per famiglie e gruppi numerosi;
  • L’offerta gastronomica si basa su un ricco menù tradizionale di carne, pesce e pizzeria, per accontentare tutte le esigenze;
  • Infine, naturalmente, l’anima stessa dell’azienda, quel cuore pulsante di emozioni umane che clienti e visitatori riconoscono come l’elemento di valore dell’attività. Il motivo, in fondo, per cui scelgono di passare il sabato sera da Nonno Socrate invece che in casa (perché in fondo anche lì è “casa”).

Considerando soprattutto quest’ultimo punto, la clientela fidelizzata, l’obiettivo primario del nostro piano editoriale social per il ristorante è diventato questo: coltivare la community, ovvero l’insieme delle persone che riconoscono in Nonno Socrate non un semplice locale, ma un luogo di appartenenza. Un “esercito di brand ambassador”, che abbiamo deciso di coccolare e interpellare per rafforzare ancora di più questo forte legame!

Un piano social per coltivare la community del ristorante

Tenendo fermo questo obiettivo, abbiamo deciso di elaborare un piano editoriale social che, oltre a parlare dell’offerta del ristorante, desse spazio soprattutto alla voce dei clienti affezionati di Nonno Socrate. O, e come lo abbiamo fatto?

1) Sondaggi

Lo strumento del sondaggio è un’ottima idea per creare un piccolo duello tra piatti o ingredienti per decretare quello preferito dagli utenti. Il livello di interazione verso questi post ha registrato sempre buoni risultati, soprattutto di fronte ad alcune scelte impossibili, come ad esempio votare tra cappellacci e tortellini, tra pinzini e piada!

2) Quiz

Un menù apprezzatissimo, conosciutissimo e super richiesto. E se scomponessimo i pezzi, gli utenti riuscirebbero comunque a riconoscerlo? Qui la fede va oltre ogni cosa, e anche di fronte a un frammentato puzzle di primi piatti, antipasti e dolci, gli utenti sono sempre pronti a intervenire e dire la loro. E vedere se hanno indovinato!

3) Le persone

Tra i post che hanno ottenuto più successo, non troverai promozioni strillate o piatti decantati, ma loro: le persone. Lo abbiamo già detto: questo è il punto di forza di Nonno Socrate. Il suo servizio che primeggia per cordialità, l’idea del sentirsi a casa. E allora serviamolo su un piatto d’argento questo valore! Un buon copy, un’immagine creata ad hoc ed ecco servito il post giusto per attirare like, commenti e condivisioni (e tutto senza sponsorizzazione).

Qualche consiglio in più per un piano editoriale social per ristoranti

Una piccola lista di “Mai più senza” per decollare sui social

  • Servizio fotografico originale: le banche dati di immagini offrono senza dubbio molto materiale, ma niente è meglio di un servizio fotografico originale dei piatti realmente preparati al ristorante. La giusta luce e un pizzico di creatività rappresentano il plus in più (nel caso di Nonno Socrate ringraziamo il fotografo Max Salani!).
  • Fai parlare i tuoi piatti: non limitarti a una foto e a una semplice descrizione. Prova a calarti nella testa (anzi, nella pancia) del tuo audience e parla giocando con le leve delle emozioni. Far venire fame è un buon metodo per potare i clienti direttamente nel tuo locale!
  • Eventi e serate speciali: al di là del mondo social, tantissime sono e opportunità per far crescere il numero di prenotazioni. Una serata organizzata, opportunamente comunicata sui social, richiamerà il tuo pubblico. Crea l’evento, condividilo e invita subito i clienti più affezionati!
  • Crea post con estensione di chiamata per ricevere in tempo reale prenotazioni o richiesta di informazioni. E non sottovalutare il potere di Facebook Messenger: sempre più utenti preferiscono ricorrere alla comodità dei social per riservare un posto a tavola! Fatti trovare pronto alla risposta :)

Cosa ne dici: hai trovato utili le nostre idee per un piano editoriale social per ristoranti?

Scegli se continuare da solo oppure se affidarti a noi per la tua comunicazione!

Ci sono dei campi complitati erroneamente. Si prega di verificare.
La tua richiesta è stata inviata!

* campi obbligatori

   blank image